Kinesiologia

La natura tende sempre ad agire nel modo più semplice.
Jacques Bernoulli

KINESIOLOGIA APPLICATA

KINESIOLOGIA APPLICATA: MOVIMENTO E BENESSERE

Dimmi come ti muovi e ti dirò come stai. 

Fondata dal chiropratico JOSEP GOOHEART.JR, a Kinesiologia applicata permette di riassettare gli squilibri del corpo, connessi a problematiche, attraverso un'indagine sulla struttura muscolo scheletrica, biochimica e emozionale. Gooheart aveva infatti trovato che vi fosse un collegamento tra le risposte nervose del nostro corpo e stati di squilibrio e disarmonia a livello muscolare, strutturale, emotivo

Come si può indagare il nostro stato di benessere con la Kinesiologia applicata? Con il test muscolare kinesiologico.

IL TEST MUSCOLARE KINESIOLOGICO

Il test muscolare kinesiologico, da non confondere con il test muscolare, valuta lo stato di benessere di una persona testando la forza e l'efficienza dei singoli muscoli. Questa tecnica valuta lo squilibrio e l’equilibrio in relazione agli stimoli esogeni e endogeni. Il test non è una prova di forza. Serve per valutare l’efficacia funzionale del muscolo e la sua componente nervosa. Se il muscolo è in grado di resistere, allora viene chiamato forte e significa che la parte del corpo sotto test è in stato di salute. Al contrario,  viene chiamato debole quando non è in grado di opporre resistenza, evidenziando così uno stato di malessere o disequilibrio.  Secondo la Kinesiologia applicata, quindi, l’interpretazione binaria muscolo forte/debole è il linguaggio del corpo che ci permette di ottenere tutte le informazioni relative al corpo e al suo stato di salute. 

Le cause della debolezza secondo la Kinesiologia applicata

La debolezza può essere causata da vari fattori. Quando questi interferiscono con il sistema di equilibrio del corpo, sfogano sul muscolo specifico preso in esame, causandone l'indebolimento. La debolezza di un muscolo corrisponde a una alterazione dell’organo correlato, e la correzione del problema dell’organo ripristina la funzionalità del muscolo correlato. Sono i muscoli in tono normale che mantengono l’equilibrio corretto dell’organismo. Quando un muscolo si presenta ipotonico, che si contrappone ad un muscolo ipertonico, quest’ultimo in seguito allo stato di contrattura determina un ridotto apporto sanguigno, un accumulo di tossine, scarso reflusso ematico/ linfatico, e il dolore non è che la sofferenza dell’organo correlato. Per correggere lo squilibrio si agirà sul muscolo ipotonico rafforzandolo, con il conseguente equilibrio anche del muscolo ipertonico. Le cause di debolezza possono essere di tipo strutturale, intese del muscolo o in relazione alle strutture ad esso correlate, possono interessare la componente chimica/emotiva del corpo e essere correlate al muscolo in questione.

 

 

Prenota ora il tuo test Kinesiologico

Chiamami subito!